Rose Villain: Radio Gotham | Recensione

rose villain radio gotham recensione

Super novità nel mondo musica Italiana! Stiamo parlando di Rose Villain col suo nuovo disco Radio Gotham (Columbia Records), la recensione.


Radio Gotham è un album dedicato a New York, città che l`artista considera selvaggia, ma che le dà comunque la forza di vivere e sognare, al contrario della sua Milano che definisce “la città dei Demoni” città dove si sente stretta e giudicata (ma che allo stesso tempo ama per legami di affetto). Radio Gotham affronterà temi importanti: quali quelli i disturbi mentali e la droga. Oggi vi faremo fare questo bel viaggio nel mondo di Rose Villain. In questo viaggio ci accompagneranno:  Elisa , Guè PequenoGeolierCarl Brave, Tony EffeTedua e Salmo. Tenetevi forte!  stiamo per sentire come suona Radio Gotham!

rose villain gotham recensione


La notte non ci porta solo consiglio, anzi…  ci conforta e quasi il pensiero di vedere le prime luci del mattino ci fa  venire l`angoscia. Dalle ombre possiamo prendere il meglio, soprattutto ci preparano ad affrontare la luce del giorno.
E chi l`ha detto che una donna non possa avere quello street – style dei suoi tanti colleghi maschietti? Eh sì, in Gotham la nostra Rose Villain ci mostra gli attributi!
Cosa fare quando “I pensieri in testa sono delle lamette?” Beh.. si possono placare sicuramente in due, specie quando si hanno delle anime tormentate che sanno capirsi con un solo sguardo. La musicalità di Lamette (Feat. Salmo) è così orecchiabile da “drogarti” già al primo ascolto.
Se dovessimo immaginare un mini dialogo sul pezzo Non sono felice per te, verrebbe pressappoco così:
“Sei felice per me?”
“Ma sinceramente no! Non sono felice per te!”
“Perché?”
“Perché non hai mai ammesso di essere felice con me quando stavamo insieme, e ora che ci siamo allontanati, tutto non fa altro che ricordarmi di te e mi sento impazzire!”


Attenti ad innamorarvi quando qualcuno vi dichiara di avere Due facce (Feat. Tedua). Magari una faccia potrebbe anche essere più sincera dell’altra… potrebbe essere pericoloso, sì. Potrebbe schiattarvi tutto in faccia con la stessa forza di un leone, per poi crollare insieme alle sue fragilità. Attenti, potreste seriamente innamorarvi!
Si pensa anche sotto Lexo, con una Moonlight che fa luce a troppi ricordi. Forse ha ragione Rose in questo pezzo:
 “Vorrei solo fare sex che magari mi distrae”. Potrebbe essere una soluzione!
Rivendicarsi con una “Rari” con i bulli della scuola, e perché no? anche per mettere sotto l`ex non sarebbe poi così tanto male. Fare vedere chi si è dopo tante angherie subite dagli altri e fare capire che lo sfigato di turno, in passato, non eri proprio tu, bensì loro! Ad ogni modo l`oggetto del desiderio qui è un bolide che sa il fatto suo, mica una Twingo!


Quando ci si lascia sembra che rimanga il Fantasma di quella persona che non vediamo più. È presenza e assenza. È dentro di noi ma non fuori con noi. La protagonista in questo brano, sembra che voglia far scemare la metafora dei Fantasmi (Feat. Geolier) per parlare con loro ed esorcizzare il vuoto dentro.


Rehab è l`assenza. L`assenza di un padre. L`assenza di una pace interiore che nutre nei meandri della mente dei Demoni sempre più grossi. La protagonista del pezzo dice di non aver bisogno di una Rehab, ma la verità è che, quando si dice questo,  si è fin troppo dentro ad una situazione che richiede una “Rehab”.
Ed è alla decima track che gli animi si scaldano davvero. Sì, Yakuza la dice lunga…
Monet (Feat. Elisa) Pezzo romantico e straziante che, grazie alle voci di Rose ed Elisa diventa ancora più vivido.
Michelle Pfeiffer (Feat. Tony Effe) è una dura lotta per resistere alle tentazioni che la notte ci porge su un piatto non d`argento, ma d`oro! Ce la stiamo già immaginando ballata in disco col suo ritmo travolgente e beh.. con le sue tentazioni!


Capita che, non appena ci si lasci si vada alla ricerca di forti emozioni (diciamo una sorta di chiodo schiaccia chiodo, di ogni genere) oppure ci si abbandoni ad una semplice passività che ci porta ai momenti più belli vissuti con quella che era la nostra metà. E stai davanti alla tele senza nemmeno ascoltare le trame scriteriate di certi Cartoni animati. Ma il tempo signori, guarisce ogni ferita, o perlomeno, prima o poi ci farà ritornare belli carichi e pimpanti!

rose villain gotham recensione


Come non concludere in bellezza con il Feat. di Guè? È un testo romantico, accattivante e molto particolare quello di Elvis, anche questo brano, dopo averlo sentito, non farà altro che risuonarvi in testa.
Radio Gotham sembra essere il cuore di Rose Villain, sembra che Rose, tramite Gotham ci dia un input per farsi conoscere. Lo ascolti e dici: “Wow! È così intimo!” e subito dopo ti depista, ti ribalta, ti stuzzica, ti mette le mani addosso! forse perché, come la quinta track, avrà due facce? E come abbiamo già detto prima, due facce possono essere molto pericolose. Fate attenzione a Radio Gotham, anzi no.. fatevi rapire e poi quel che sarà sarà.

Scopri di più su MusicVoltage.com

Roberta Lo Giudice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.